Category Archives: Diario di Campagna

La Mietitura del riso 2011

Ho scelto quest’immagine come simbolo della nostra mietitura 2011 che è stata a dir poco deludente. Tanta paglia ma poco riso, colpa delle basse temperature che hanno caratterizzato alcuni momenti dell’estate scorsa durante le delicate fasi di fioritura e fecondazione.
Molto aborto fiorale e produzioni basse, è questa la sintesi.
Le voci di fine campagna parlano di problema esteso a tutta l’area risicola piemontese e lombarda con riduzioni di produzione stimate intorno al 10 – 15%.
Noi però ci troviamo in Baraggia e queste annate danno la reale dimensione di cosa significhi coltivare il riso in questo territorio. Le nostre stime parlano di riduzioni di produzione superiori al 50% sulle varietà Carnaroli, Vialone nano e Arborio (meno di 25 qli x ettaro) e dal 30 al 40% su tutti gli altri risi (Sant’Andrea, Baldo, Galileo, ecc.). Continue reading

Fine della mietitura.


Continue reading

L’inizio della mietitura



Il 22 settembre, conclusa la manutenzione alle mietitrebbie, abbiamo iniziato la mietitura. Come quasi tutti gli anni abbiamo dal riso Sant’Andrea che con il massiccio del Monte Rosa che vediamo in foto è uno dei simboli principali della nostra terra, la Baraggia.
Continue reading

Un primo sprazzo di mietitura.

mietitura-20set08.jpg
mietitura-20set08_2.jpg

Diario di campagna, il punto sulle semine.

La semina è uno dei momenti più importanti del ciclo produttivo. La data che ogni agricoltore non ha mai scordato di annotare è da sempre quella della semina. Il 30 Aprile abbiamo completato le semine di riso Carnaroli, nel foglio 11 particella 16. Sempre il 30 abbiamo anche seminato parte del riso Creso, varietà super produttiva che per la prima volta sperimentiamo nelle nostre risaie. Oggi invece abbiamo concluso le semine di riso Sant’Andrea. Generalmente tendiamo a seminare Carnaroli e Sant’Andrea circa 10/15 giorni prima ma l’annata quest’anno è in ritardo. Osservando la luna, nelle sue fasi, ritengo di essere nel periodo giusto. Sembrerà strano e obsoleto ma io guardo molto le fasi lunari e noto notevoli differenze che si traducono in momenti più o meno favorevoli.

Arborio, Baldo e Vialone Nano.

semina-arborio-29apr08_2.JPG
Arborio (foto), Baldo e Vialone nano, tre pregiati risi che oggi abbiamo seminato nelle nostre risaie. Investimento alla semina ridotto, meno di 170 kg ad ettaro di semente utilizzata. Stesso discorso domani per il Carnaroli. Continue reading

Il piano colturale 2008.

Il piano colturale è la previsione di semina per il nuovo anno. Per un’azienda risicola è di fatto la scelta delle varietà che verranno coltivate. Stilare un piano colturale non è semplice, soprattutto nel nostro caso, in cui le varietà coltivate sono molte. Vanno scelti innanzitutto gli appezzamenti più idonei per le singole varietà, considerando molti fattori che vanno dall’epoca di semina allo stoccaggio post raccolta.

Il 2008 vedrà nelle nostre risaie come sempre una forte presenza del Carnaroli, 30 ettari da cui verranno estratte almeno 3 selezioni particolari dalle 3 particelle principali. Oltre al Carnaroli, i restanti 180 ettari se li divideranno Vialone Nano, Baldo, Arborio, Sant’Andrea, Galileo, Augusto, Creso, Gladio e Loto.

Un numero così elevato di varietà comporta grandi sacrifici ma da anche grandi soddisfazioni.

Il profumo dell’autunno.

L’autunno è entrato nel vivo, con i suoi colori caldi e la tranquillità che avvolge la campagna. Dell’autunno si ricoda sempre l’impatto visivo che ha, soprattutto per merito delle variazioni cromatiche che colpiscono le foglie degli alberi prima di cadere al suolo. L’autunno colpisce chi vive la campagna anche per i suoi profumi fragranti e muschiati, densi di quella vita microbica sempre attiva nel rigenerare la vita. L’autunno è poesia anche in risaia, con le stoppie dritte e pronte per essere ridate al terreno dallo scorrere degli aratri.
C’è un’altro profumo che si percepisce in modo particolare in autunno ed è quello del riso fresco appena raffinato, una fragranza dolce e delicata. Questa mattina abbiamo raffinato il primo lotto di riso dell’annata 2007, il suo profumo è ancora nella mia mente, era Sant’Andrea. Sono belle sensazioni.

Diario di Campagna, il punto sulla mietitura.

mietitura14set07.JPG

Contrariamente agli anni scorsi, non sono riuscito ad aggiornare periodicamente il blog durante la mietitura, trascuranto quel resoconto di immagini e impressioni che questo momento particolare offre. La ragione dei pochi aggiornamenti sono stati i frequenti impegni che mi hanno tenuto lontano dal pc, il periodo è molto intenso ma raramente mi era successo di stare così lontano dalla scrivania. Nei prossimi giorni e con il proseguo del taglio cercherò di aggiornare il blog come negli anni passati.

Continue reading

Diario di Campagna: piove, interrotta la mietitura. In compenso ieri è arrivata Alice (giornata storica).

La mietitura del nostro riso si è interrotta bruscamente martedì sera, qunado un aserie di minuscole goccioline ha cominciato a cadere sulle nostre risaie. Via via le goccioline si sono fatte più intense e numerose e ad oggi, nel momento in cui scrivo, non hanno ancora cessato di cadere. Nel frattempo ieri è arrivata con nostra grande gioia Alice, in una giornata che definirei storica in quanto siamo finalmente usciti dall’isolamento.

I nostri campi al momento si presentano così:

 risaie_27st07.JPG 

a 10 giorni dalla mietitura (riso Carnaroli), parzialmente allagate e con evidenti ricacci verdi.

La mietitura nasconde sempre qualche sorpresa.

Torno al blog in questo giorno di metà settembre. Gli impegni lavorativi e non solo mi hanno tenuto lontano dal web. Ho trascorso un week end, quello della scorsa settimana all’insegna del gusto e purtroppo non ho avuto ancora modo di parlarne ma lo farò appena possibile (il mio compagno di viaggio è stato come spesso accade Liborio Butera e lui ha scritto e documentato con alcuni video le esperienze a cui ho accennato).

Nel frattempo mercoledì 12 Settembre abbiamo iniziato la mietitura del riso, parte del Sant’Andrea è stato già raccolto ed ora siamo alle prese con il Carnaroli, straordinariamente maturo in anticipo (in alcune particelle). Le selezioni di riso Carnaroli stanno avvenendo in modo più che soddisfacente, anche se abbiamo avuto qualche sorpresuccia, negativa in termini produttivi ma positiva in quelli qualitativi (a me particolarmente cari). I repentini abbassamenti di temperatura avvenuti durante il mese di agosto hanno lasciato il segno e non tutte le cariossidi risultano fecondate, questo comporta una perdita di produzione anche se i grani presenti in minor numero sulla pannocchia hanno avuto modo di maturare meglio e la straordinaria dimensione di questi lo dimostra.

Diario di Campagna: siamo tornati.

Server Nuovo (Kasparov) + WordPress + breve e gradevole vacanza (isola d’Elba), sono le ragioni che mi hanno impedito di aggiornare con costanza il blog.  Il tempo di prendere confidenza con la nuova piattaforma e il sito sarà nuovamente operativo. Nel frattempo il riso è in buona parte in fioritura e l’acqua inizia a scarseggiare (l’osservatorio di Oropa ha comunicato che è dall’84 che non si verifica un mese di luglio così secco per il biellese). L’annata per il momento sembra buona, anche nei magazzini l’ultimo carnaroli 2006 sta maturando ed è quasi pronto ad essere raffinato ad un anno di invecchiamento.

Risotti ne abbiamo fatti come sempre parecchi, foto e video un po’ meno, rimedieremo presto.

Riso Galileo.

riso Galileo_7mag07.JPG
Continue reading

Iniziate le semine di riso Augusto.

Semina Augusto_5mag07.JPG
Continue reading

Seminato sabato 5 maggio il riso Baldo.

Risaie _baldo_5 mag07.JPG
Continue reading

Ultimate le semine di riso Sant’Andrea.

Semina S Andrea 2mag07.JPG
Continue reading