Insalate di riso, l’abbattitore di temperatura.

Sono in molti ad utilizzare acqua per raffreddare il riso prima di prepararlo in insalata. Il raffreddamento con acqua pur essendo pratico non è ottimale (anche se utilizziamo riso della qualità migliore, come il Carnaroli di Baraggia). La soluzione ideale è l’abbattitore di temperatura, accessorio che dovrebbe essere sempre presente nelle cucine moderne (io sono il primo a non averlo). L’abbattitore di temperatura consente di portare il riso da una temperatura di 70° C. a 3° C. in circa 90 minuti. Il riso raffreddato con l’abbattitore può essere conservato in frigo per diversi giorni e estratto e condito al momento (caldo o freddo con ottimi risultati). Il riso Carnaroli di Baraggia si presta a questa tipologia di utilizzo e i risultati sono eccellenti.

Per chi non possiede l’abbattitore di temperatura, nessun dramma, lo sciacquo con acqua fredda o il raffreddamento a temperatura ambiente sono una valida alternativa, anche se risultati e conservazione non sono i migliori.

Leggi tutto “Insalate di riso, l’abbattitore di temperatura.”

IGP riso di Baraggia Biellese e Vercellese: il nuovo disciplinare.

Di seguito il nuovo disciplinare di produzione dell’IGP riso di Baraggia Biellese e Vercellese così come pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana il 7-06-2006, in seguito alle richieste del Comitato Scientifico operante presso l’Unione Europea.
Art. 1.
                     Denominazione del prodotto
    L’indicazione  geografica  protetta  «Riso di Baraggia Biellese e
Vercellese»  e’  riservata  al  prodotto alimentare che risponde alle
condizioni  ed  ai  requisiti  stabiliti dal presente disciplinare di
produzione.

Leggi tutto “IGP riso di Baraggia Biellese e Vercellese: il nuovo disciplinare.”

IGP riso di Baraggia Biellese e Vercellese, importanti passi avanti.

Mercoledì 7 giugno sono state pubblicate sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana le modifiche al disciplinare di produzione dell’IGP riso di Baraggia Biellese e Vercellese come richiesto dal Comitato Scientifico operante presso l’Unione Europea. Le modifiche limiteranno l’area di raffinazione al solo territorio di Baraggia, a garanzia di una maggiore tipicità e tracciabilità.
 

Leggi tutto “IGP riso di Baraggia Biellese e Vercellese, importanti passi avanti.”

Diario di Campagna: è già emergenza idrica.

L’annata in corso finirà sicuramente negli annali. Nessuno si sarebbe mai aspettato un inizio del mese di giugno così: freddo, vento e ora anche siccità stanno mettendo a dura prova la rusticità del nostro riso. Se una settimana fa a destare preoccupazione era l’ingiallimento del riso dovuto al freddo, in questi ultimi giorni è l’assenza di acqua a far temere il peggio. In rogge e canali scorrono pochi centimetri d’acqua, le risaie sono quasi asciutte e il riso è solo nella fase vegetativa di accestimento.
In mattinata abbiamo anche dovuto far fronte ad un’azione di sabotaggio avvenuta nella notte ad opera dei soliti stolti ladri d’acqua.
Non ci resta che attendere un po’ di pioggia.

Leggi tutto “Diario di Campagna: è già emergenza idrica.”

Insalate di riso: la scelta della varietà.

L’estate si avvicina ed aumenta il consumo di insalate di riso (fresche e leggere). Da sempre io considero l’insalata di riso un piatto particolare e strategico, infatti l’ho anche proposta in occasione di alcune degustazioni. L’insalata di riso è una preparazione semplice e non richiede grande esperienza ma non sempre i risultati sono buoni.
Per preparare una buona insalata di riso è fondamentale la scelta degli ingredienti, e ancor prima del condimento è indispensabile assicurarsi di utilizzare il riso più indicato. Operazione che non è affatto semplice perché non è sufficiente acquistare un prodotto che in etichetta presenta la dicitura “ideale per insalate”. Molti risi possono essere ideali per insalate ma questo non vuol dire che siano anche i “migliori” per questo tipo di preparazione.

Leggi tutto “Insalate di riso: la scelta della varietà.”