Tramonto in risaia di inzio 2022

Ogni giorno un’incanto. La natura che ci circonda ci offre ogni giorno spettacoli sempre capaci di entusiasmarci. I colori dell’inverno si riflettono sulle nostre risaie biologiche sommerse. Vivere questi momenti è sicuramente uno degli aspetti più belli del nostro lavoro, fatto di amore per la natura e per la campagna. La sommersione rende la risaia viva anche nel periodo invernale, si dal punto paesaggistico che ambientale.

Paesaggio risicolo di fine autunno alla Cascina Margaria

Le risaie Zaccaria sommerse a fine autunno con le alpi sullo sfondo
Rilfessi del tramonto su risaie sommerse, la Serra Morenica di Ivrea e le Alpi biellesi
I caldi colori del tramonto si riflettono sulle risaie Zaccaria

Acqua, colori, riflessi. Non ci stanchiamo mai di ammirare tutto questo splendore.

Otto ruote per agricoltura sostenibile.

Trattore equipaggiato con 4 coppie di pneumatici gemellati e rullo da risaia.
Il passaggio del trattore e del rullo ripristina lo strato superficiale di coltivazione, favorendo l’integrazione delle paglie che migliorano il contenuto di sostanza organica nel terreno.
La lavorazione deve essere regolare ed uniforme, mantenere la risaia correttamente livellata è sempre una priorità. L’operazione viene eseguita trasversalmente perchè più efficace.

Con questo magnifico trattore Massey Ferguson 5712 che monta 4 coppie di ruote gemellate facciamo operazioni di agricoltura sostenibile che mira alla conservazione del suolo, preparandolo per la semina direttamente su sodo e quindi senza aratura o lavorazioni più o meno profonde. L’agricoltura conservativa è una priorità agro-ambientale ed è considerata innovativa perchè efficace e sostenibile. A febbraio su queste risaie biologiche semineremo il loietto da cui in estate raccoglieremo semente preziosa per i nostri erbai da sovescio e da pacciamatura verde. Sarà il quarto ciclo colturale consecutivo senza lavorazione del terreno dopo grano saraceno, erbaio di loietto e leguminose, riso e quindi loietto da seme.

Il trattore equipaggiato con otto pneumatici, molto complesso e complicato da gestire, offre grandi possibilità di lavoro su risaia sommersa. Questo aspetto è molto importante in territori ostici come la nostra Baraggia, dove il ristagno idrico è frequente e rende difficili le operazioni colturali.

Risaie biologiche che in autunno si tingono di verde.

Risaie biologiche Zaccaria in piena vegetazione. Erbaio autunno vernino composto da loietto, veccia villosa e trifoglio incarnato.

Il verde è un colore inconsueto per la risaia autunnale. A predominare è sempre il giallo della coltura che ha terminato il suo ciclo. Per il riso biologico Zaccaria il verde autunnale è diventata invece consuetudine. Senza erba in autunno non si fa riso biologico in estate, non si riesce. Dalla crescita di questi erbai dipende il successio della coltivazione di riso biologico. Se diventeranno folti e abbondanti riusciranno a fare da pacciamatura, a nutrire il riso e a proteggerlo dalle erbe infestanti e competitive.

Ultime risaie 2021 in mietitura.

Vista aerea del campo “Bonina” con le ultime risaie di riso Nero Otello in mietitura.

La conclusione della mietitura racchiude sempre un mix di sensazioni. La soddisfazione ed il sollievo per aver concluso una delle operazioni più importanti dell’annata agraria si mescola con la malinconia della campagna quasi completamente spoglia. E’ come se ci rendessimo conto dell’avanzare dell’autunno e delle stagioni fredde solo a conclusione della raccolta. Il taglio del riso ti assorbe completamente, non ti lascia soste e spesso non ti consente di godere pienamente di quel momento magico di colori che è l’autunno.

Risaie in fase di maturazione

Risaie prossime alla maturazione.

Le risaie Zaccaria in primo piano unitamente a quelle delle aziende agricole limitrofe con le alpi biellesi sullo sfondo, ci danno un esempio di quanto sia incantevole questo territorio di Baraggia in questi giorni di inizio autunno. Il riso è vicino alla maturazione e il verde nei campi sta quasi completamente lasciando il posto al giallo.

Il taglio del riso.

La mietitrebbia alle prese con la raccolta del riso

E’ sempre speciale il primo giorno di mietitura. Arriva quasi sempre all’improvviso. Non si tratta di un’operazione più di tanto pianificabile perchè dipende da diversi fattori, in primis il grado di maturazione del riso. Soprattutto nelle annate climaticamente particolari come questa è importante individuare con precisione il giusto momento della raccolta. In agricoltura quando si avvicina l’autunno i tempi si fanno stretti e i raccolti si devono portare in azienda al sicuro il prima possibile. Aspettare la maturazione perfetta spesso comporta dei rischi ma quando si ricerca il massimo della qualità si è disposti a correrli.

Energia rinnovabile e sostenibile.

Il generatore fotovoltaico che dal 2011 fornisce energia verde rinnovabile all’azienda Zaccaria

Lo consideriamo da anni un grande risultato aziendale raggiunto nel segno della sostenibilità. L’intero fabbisogno di energia elettrica della nostra azienda proviene dal sole. In realtà ne abbiamo anche un esubero che immettiamo in rete. Generiamo più energia elettrica verde di quella che utilizziamo.

L’abbattimento degli erbai per la pacciamatura verde.

La risaia biologica Zaccaria durante la fase di abbattimento dell’erbaio per la creazione dello strato di pacciamatura verde.
Il trattore traina un rullo che abbatte al suolo l’erba che farà da pacciamatura vegetale.
Le tracce lasciate dal passaggio del trattore per la semina vengono cancellate dal rullo.

Appena conclusa la semina procediamo con l’abbattimento dell’erbaio e con la sommersione della risaia. Si tratta di operazioni quasi simultanee, cerchiamo di fare tutto nel minor tempo possibile, seguiranno le fasi della germinazione che sono molto delicate.

L’abbattimento dell’erbaio è un’operazione molto semplice che consiste nello stendere l’erba a contatto col terreno. Questo costituirà lo strato di pacciamatura che proteggerà il riso dallo sviluppo delle erbe infestanti. Il riso seminato rimane disposto in parte tra il terreno e lo strato di pacciamatura e in parte anche tra l’erba della pacciamatura stessa.

Semina riso biologico Selenio su pacciamatura verde

Risaie biologiche al momento della semina con l’erba che farà da pacciamatura quasi totalmente allettata al suolo.
Il trattore sparge la semente di riso selenio biologico direttamente su sodo, sulla coltura che l’ha preceduto.

Amiamo definire rivoluzionaria la tecnica agronomica che utilizziamo per coltivare il nostro riso biologico. Riteniamo sia proprio la definizione giusta in quanto spargere della semente sopra una coltre così fitta di erba verde ha dell’incredibile. La tecnica per tante ragioni però funziona molto bene e ci permette di ottenere un prodotto unico e straordinario. In questo caso riso Selenio Biologico, il nostro riso a granello tondo pregiato ed eccellente per la preparazione del sushi.

Erbai verdi bio in maturazione.

Risaie bio verdi e quasi pronte per la semina del riso.

Immerso nel mare a quadretti il verde delle nostre risaie bio quasi pronte per la semina del riso. Gli erbai sono vicini alla maturazione e presto verranno abbattuti per fare da pacciamatura al nostro riso biologico

Le nostre risaie sommerse in inverno.

La sommersione invernale delle risaie è una pratica di Agricoltura Integrata molto utile a migliorare sotto tanti aspetti la fertilità dei terreni, mantenendoli pieni di vita anche nel periodo più freddo dell’ anno. Si tratta di una tecnica colturale in cui crediamo molto, anche se è nel complesso piuttosto impegnativa. Gli scenari incantevoli che spesso regala, soprattutto all’ alba e al tramonto, scaldano il cuore e ti fanno capire quanto possa essere bella la campagna anche in inverno. Immagini riprese dal nostro nuovo drone.